am#4
Stura
Lungo i canali

Padiglione di osservazione, sosta e informazione per escursionisti orientato verso i principali elementi che connotano il paesaggio circostante

Vignolo (CN), Centrale Idroelettrica Fernando Olivero 2015

dati

13 studenti di architettura (2 università)

3 nazioni (Cina, Italia, Siria)

2 fasi: studio del sistema costruttivo + 6 giorni di progetto+costruzione

Scatola di costruzioni: 70 giunti composti da 4 tavolette di compensato marino 24x36 cm ciascuno, 40 cornici 106x102 cm e 20 di106x206 cm componibili con coppie di tavole di castagno spesse 2 cm, 150 listelli di larice 3x3 cm lunghi 400 cm, un sistema di fondazioni su un modulo 120x120 cm con 24 pali di legno trattato in autoclave 8x8 cm su plinti di cemento.

am4_detail_foto lu yu.jpg

committente

Parco fluviale Gesso e Stura

 

atelier mobile

Sara Ambrosoli, Luca Barello, Paolo Cavallo,

Paolo Golinelli, Luca Malvicino

team progetto+costruzione

Mary Farwy, Maria Elena Ferraresi, Beatrice Gamba, Danilo Marcuzzo, Alessia Sciotto, Yichen Song,

Niccolò Suraci, Lu Yu, Sammy Zarka

(sistema costruttivo+workshop); Lorenzo Bottiglieri, Laura Cane, Fabrizio Fraraccio (workshop); Giulia Cerrato (sistema costruttivo)

tutor accademici

Chiara Devoti (Politecnico di Torino-DIST)

falegnami

Daniele Ambrosoli, Mattia Carrera, Alberto Seita

consulenti

Andrea Fulcheri (Consorzio irriguo Fernando Olivero)

critici invitati

Mauro Sudano, Jan-B Zwiejski (Université Laval Québec)

patrocinato da

Città di Cuneo, Comune di Vignolo

sponsor

Politecnico di Torino (Fondi per la progettualità studentesca),

Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

fotografie

atelier mobile, Danilo Marcuzzo, Alberto Seita

un grazie speciale a

Marco Viada e Luca Gautero (Parco Fluviale Gesso e Stura), Francesca Chessa, Katia Luchetta, Paolo Mellano

am4_bike survey.jpg
am4_common board.jpg
am4_building2.jpg

Il paesaggio del vasto letto del torrente Stura è modellato dall'acqua e dai canali irrigui storici che defluiscono a nord verso valle: disposti su più livelli altimetrici, sono affiancati da boschi di castagni, aceri e frassini, pioppeti, ampi prati affacciati sul torrente, manufatti di archeologia industriale, strutturando un piacevole percorso, luogo di passeggio a piedi, in bicicletta e a cavallo.

 

A fianco della Centrale idroelettrica Fernando Olivero, sul bordo di ampi prati, all'ombra di un noce e di un melo, il padiglione si distende nel paesaggio creando giochi di ombra e luce. La composizione articolata e la modulazione dei listelli generano una molteplicità di luoghi ombrosi, le cornici vuote offrono tre postazioni di osservazione verso le Alpi, il canale e la centrale elettrica, mentre l'area di sedute esterne consente di immergersi al sole e nel paesaggio.

am4_building4.jpg
am4_building5.JPG
am4_final7_foto alberto seita.JPG
am4_building1.JPG
am4_building.jpg
am4_final2.jpg
am4_final6.JPG
am4_final 1.JPG
am4_final3.JPG
am4_final4.JPG
am4_opening.JPG