atelier mobile

perché

atelier mobile nasce per rispondere a una richiesta o a un'esigenza di una comunità, di un'associazione o di una pubblica amministrazione, ha come scopo la realizzazione di una piccola architettura che valorizzi uno spazio pubblico: un'architettura semplice, flessibile, reversibile, facilmente riciclabile.

chi

la summer school è aperta a studenti e giovani laureati in architettura, design industriale, architettura del paesaggio, arti visive o applicate, ingegneria civile e agraria.

le lingue di lavoro sono l'inglese e l'italiano.

come

l'atelier si svolge in due fasi: la prima un lavoro preliminare di studio sulle necessità del luogo e della comunità, per individuare i temi e gli spazi di progetto.

la seconda fase è un workshop in cui i partecipanti si confrontano con i temi proposti e con una "scatola di costruzioni", composta da elementi di un sistema costruttivo semplice, realizzato da un'azienda che fornisce anche assistenza tecnica e operativa per la costruzione.

che cosa

il lavoro comune ha lo scopo di costruire uno dei progetti elaborati nel workshop, utilizzando esclusivamente i materiali messi a disposizione nella "scatola di costruzioni", verificando in tempo reale la fattibilità delle idee disegnate e la risposta del progetto rispetto al luogo.

i risultati grafici e costruttivi saranno pubblicati sul web e in un eventuale catalogo

alla fine

i partecipanti hanno svolto un'esperienza diretta di progetto nello spazio aperto, di passaggio dalla teoria alla pratica e di costruzione di un manufatto, con lo studio di un sistema costruttivo elementare e il corretto utilizzo di un materiale.

il luogo ospitante ottiene la trasformazione di uno spazio pubblico. l'atelier mobile lascia un'impronta leggera sul luogo, una mini-architettura che permette la scoperta di possibilità, di scambi, di nuove visioni in dialogo con il contesto e con gli abitanti.

why

atelier mobile takes place to answer an architecture request or need arising from a community, a citizens' association or a public administration.

the aim is to build small architectural features which will enhance the value of a public space: a simple building which is flexible, reversible and recyclable.

 

who

atelier mobile is open to students or young graduated in architecture, industrial design, landscaping, visual or applied arts, civil engineering or agricultural science.

atelier languages are english and italian.

 

how

atelier mobile runs a two phase project: the first one is a preliminary stage, on site with the community to discover its needs, find themes and working spaces.

phase two is a workshop where participants work on suggested topics with a “building box” containing elements part of a simple building system, realized by a company which, during the construction, provides a tecnical and operative assistance.

 

what

the purpose is to build one of the architecturai schemes designed during the workshop, using only the “building box” materials, quickly controlling the feasibility of the project and how it suits in the public space.

project drawings and building results will be published on our web site and eventually on a summer school book.

 

at the end

the partecipants will have had a direct design  experience of a public space, combining theory and practical experiences, studying a simple building system and the right way to use a material.

the place which holds the summer school obtains the transformation of a public space.

atelier mobile leaves a light footprint on the work site, a piece of small architecture which enables all concerned to discover new possibilities chances, exchanges of ideas and visions, with interaction between the inhabitants and the context.

 

 

 

 

 

atelier mobile  scuola nomade di architettura che cambia sede ogni estate: arriva, progetta, costruisce e parte verso un altro luogo, dove si svolgerà il progetto l'anno successivo.

 

atelier mobile a travelling architecture school which changes place every summer: it arrives, designs and builds, to move onto another site the following year.